lunedì 6 febbraio 2017

Francesco Mauro per Leda and the Swan





Ancora un'altra elegia pittorica, colori freddi che fanno risaltare i capelli dorati proprio al centro del dipinto come l'uovo ormai maturo ed è 
proprio da questo centro che si deve osservare l'intera opera. Notevole il cigno posto alle spalle e non di lato come quasi sempre viene raffigurato che fa intuire che l'amplesso si è già concluso. Anche gli occhi lucidi di Leda sono un ulteriore testimonianza della gravidanza! Noto che in questo dipinto non sono raffigurate le mani, forse un caso oppure l'imbarazzo della donna per l'accaduto. Quando un'opera suscita queste domande, solitamente è un'opera speciale. Complimenti Anna Rita